Presentazione Spritz Donna

Spritz

Spritz: il cocktail con le bollicine

Lo spritz è un aperitivo alcolico Veneto a base di prosecco, bitter e acqua frizzante o seltz. La sua origine si riconduce all’abitudine delle truppe dell’impero austriaco di allungare i vini locali (con elevata gradazione alcolica) con seltz o acqua frizzante.

Da qui il nome, che deriva dall’austriaco “spritzen” che significa spruzzare, allungare il vino con l’acqua frizzante. Il cocktail nasce intorno agli anni 1920/1930 quando si provò ad unire l’Aperol o il Select. Divenne popolare a Venezia e Padova e, dagli anni ’70 in tutto il Veneto; nel 2011 è stato nominato dall’IBA come “spritz veneziano” e, poco dopo, solo “spritz”.

La sua notorietà a livello nazionale ed estero giunse nel 2008 quando l’Aperol avviò una massiva campagna pubblicitaria. La preparazione ufficiale prevede l’utilizzo di un vino bianco frizzante (in genere prosecco), un bitter come L’Aperol, il Campari o il Select (che conferiscono al cocktail il caratteristico colore rosso/arancio) e una spruzzata di acqua frizzante o seltz.

Si serve nel Tumblr basso o nel calice a stelo lungo con coppa ampia, guarnendo il bicchiere con cubetti di ghiaccio e una fetta d’arancia o buccia di limone. Fresco e colorato, lo spritz si sposa bene con stuzzichini e finger food, anche per un aperitivo veloce preparato in casa per gli amici.

Come si prepara L’Aperol Spritz?

La tecnica è veloce ed è alla portata di tutti. Si può realizzare un Spritz perfetto anche a casa!
Inserire all’interno del bicchiere ghiaccio ed una fetta di arancia. Successivamente versare il prosecco, la soda ed infine l’Aperol.
Versare con un movimento circolare per far sì che il liquore non si posizioni completamente sul fondo. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione Gratuita in tutta Italia | Reso Gratuito |